SOLUZIONI DI PULIZIA E DINFEZIONE

 

OXISIN 100 ML

                        SOLUZIONE PEROSSIDO

Sistema di trattamento disinfettante profondo a base di perossido e compresse di catalizzatore biologico stabilizzato.
Le recenti notizie sulle infezioni da Fusarium e Acanthamoeba hanno riacceso in tutto il mondo il dibattito sui metodi di cura e trattamento delle lenti a contatto. Sempre di più appare chiaro come i sistemi a base di perossido siano i più sicuri per ogni tipo di lente ad ogni latitudine e longitudine. Nonostante l’avanzare della ricerca, il tradizionale perossido è ancora l’unico disinfettante capace di assicurare l’eliminazione di ogni traccia di contaminazione anche in condizioni di scarsa igiene e di poca attenzione alle buone norme di trattamento delle lenti a contatto.
Nell’OxySin biologico il perossido distrugge ogni forma di vita microscopica e una compressa di catalizzatore enzimatico lo decompone dopo la sua azione antibatterica. Al termine del trattamento, eventuali residui di perossido non del tutto decomposti, potrebbero procurare irritazione e bruciore su occhi sensibili. La funzionalità dei perossidi sta, infatti, nell’efficienza del catalizzatore. Se esso non fosse equamente distribuito nella compressa, parte del perossido potrebbe rimanere indissociato procurando bruciore a chi lo utilizza.
Se al contrario fosse troppo concentrato impedirebbe l’azione disinfettante del perossido. Un attento controllo qualità delle nostre materie prime ed il rispetto delle norme di buona fabbricazione ci permettono di realizzare solo prodotti sicuri ed efficienti. OxySin biologico grazie all’eliminazione totale del perossido dopo la sua azione garantisce un potere disinfettante decine di volte superiore alle comuni soluzioni uniche e migliore dei sistemi al platino (vedi primo grafico). Oxysin offre un altro vantaggio che consiste nella degradazione istantanea dei residui organici presenti sulla lente e nella contemporanea disinfezione mediante ossigeno monoatomico altamente reattivo. Un altro vantaggio di Oxysin consiste nell’alta tollerabilità dovuta alla totale eliminazione del perossido che resta sulla lente. I sistemi con catalizzatore al platino sono molto comodi ma non eliminano completamente il perossido.Tali catalizzatori perdono a volte efficienza dopo 10 – 20 giorni lasciando talvolta residui di perossido intorno ai 10 – 15 ppm. Oxysin, invece, rinnovando la compressa ad ogni trattamento, annulla il rischio di contaminazione da H2O2 residuo. 
Al termine della disinfezione la soluzione può essere a ragione considerata priva di conservanti e quindi adatta a soggetti particolarmente sensibili o allergici. Nel grafico accanto sono stati riportati i valori medi di perossido residuo con i due sistemi di disinfezione. Nel caso dell’Oxysin si osserva un residuo minore di 0,5 ppm anche dopo 30 trattamenti.
prodotti_it38

             LACRIME ARTIFICIALI DA 15 ml

Una soluzione sterile oftalmica naturale per desensibilizzare e rendere confortevole l’uso delle lenti a contatto.
Molti portatori, per vari motivi, presentano spesso la necessità di ricorrere a farmaci per eliminare i fastidi derivanti dall’uso delle lenti. Le Lacrime naturali rappresentano un’alternativa naturale all’uso dei colliri e delle lacrime artificiali poiché sono state progettate proprio per eliminare il senso di corpo estraneo che si prova indossando una lente a contatto.
Le lacrime naturali contengono una miscela bilanciata di estratti naturali compatibili anche con i residui dei conservanti eventualmente aderenti alla lente. La sua composizione bilanciata è la più simile possibile al liquido lacrimale. Il suo pH è stato studiato per ottenere il massimo della delicatezza e gli estratti vegetali sono stati purificati per evitare fenomeni allergici. Le Lacrime naturali contengono Camomilla, Fiordaliso e Altea e Malva.
La scelta degli estratti è dettata dalla sinergia dei poteri fitoterapici: l’altea e la malva contengono lubrificanti antinfiammatori come la malvina e la malvidina e le mucillagini. Camomilla e fiordaliso contengono camazulene e flavonoidi con poteri antiallergici e calmanti che favoriscono la sopportabilità della lente. Le lenti a contatto, in alcuni casi, possono procurare fenomeni di sensibilizzazione, sensazione di corpo estraneo qualche ora dopo averle indossate.
Due gocce di Lacrime naturali sulla lente o nel sacco congiuntivale prevengono ogni problema e consentono di indossare le lenti più a lungo. La scelta degli estratti vegetali è particolarmente indicata nei soggetti che soffrono d’irritazione oculare con una certa frequenza. Gli estratti vegetali, usati regolarmente, prevengono il fenomeno stabilizzando anche il flusso lacrimale.
SALISIN

                                  SOLUZIONE SALINA

 

Soluzione salina sterile, garantisce una migliore igiene riducendo il rischio di contaminazione da parte di agenti esterni. Soluzione salina per il risciacquo delle lenti a contatto prima dell’applicazione. La soluzione è isotonica, preservata e tamponata a pH 7,2. Disponibile anche nel pratico formato monodose senza conservanti, indicato ai portatori allergici o con elevata sensibilità oculare. Ideale per lavaggi oculari.

 

SOLUZIONI UNICA UNIVERSALE

SOLUZIONI UNICA UNIVERSALE

 La comodità di una soluzione unica per la manutenzione completa delle lenti a contatto morbide.

La soluzione ad alta tollerabilità per tutti i portatori di lenti a contatto morbide.

Con la Soluzione Universale Schalcon e la sua nuova formulazione, le lenti a contatto sono sempre perfettamente pulite e trasparenti. Ciò comporta una elevata acuità visiva garantita per tutto il giorno.

I risultati ottenuti hanno dimostrato che dopo 45 minuti si ottiene una diminuzione della concentrazione iniziale di microrganismi di batteri testati e miceti.

Soluzioni multiuso: metodo più comune per risciacquo, disinfezione, pulizia e conservazione delle lenti morbide. Nuove generazioni di soluzioni polifunzionali sono efficaci contro batteri, funghi ed Acanthamoeba e contengono ingredienti che migliorano la bagnabilità e il comfort delle lenti a contatto.

Soluzione salina sterile: utilizzata per il risciacquo delle lenti a contatto dopo la pulizia e per prepararle all’applicazione. Le soluzioni fisiologiche non disinfettano, quindi devono essere usate in combinazione con un sistema di disinfezione.

Detergente quotidiano: deve essere usato su base giornaliera, per rimuovere depositi lipidici, proteine €‹lacrimali e sostanze inquinanti ambientali che possono accumularsi sulla superficie delle lenti a contatto. Tuttavia, è bene ricordare che simili prodotti non sterilizzano le lenti. Alcune gocce di detergente vengono applicate sul dispositivo mentre poggia nel palmo della mano; la lente viene quindi strofinata con il dito indice per circa 10-20 secondi (in base al prodotto) e capovolta per ripetere la procedura sull’altro lato; infine, viene risciacquata con un forte flusso di soluzione salina per rimuovere eventuali residui.

Perossido di idrogeno: può essere usato per disinfettare le lenti a contatto.

Con i prodotti “due fasi”, il perossido di idrogeno dev’essere sciacquato ab Lenti a contatto: uso, manutenzione e pulizia

  • con soluzione fisiologica, prima che le lenti possano essere applicate.
  • Sistemi “one-step” permettono al perossido di idrogeno di reagire completamente, quindi le lenti non necessitano di essere risciacquate prima dell’inserimento, a condizione che alla soluzione sia concesso abbastanza tempo per reagire.

Detergente enzimatico: in forma di compresse, è usato per la pulizia di depositi di proteine, di solito a frequenza settimanale.

COME UTILIZZARE CORRETTAMENTE LE SOLUZIONI PER LE LENTI A CONTATTO 

  • Usare solo preparati commerciali raccomandati dall’oculista. Certi prodotti devono essere utilizzati solo con alcuni tipi di lenti a contatto.
  • Le soluzioni possono contenere conservanti come tiomersale, benzalconio cloruro ed alcol benzilico. Prodotti senza conservanti, di solito, hanno durata di conservazione breve, ma sono più adatti per le persone con allergia o sensibilità ad uno o più componenti.
  • Non esporre le lenti a contatto ad acqua di rubinetto, bottiglia, distillata o soluzione salina fatta in casa. L’esposizione delle lenti a contatto all’acqua è stata associata a cheratite da Acanthamoeba, una grave infezione corneale particolarmente resistente al trattamento.
  • Non riutilizzare o rabboccare la soluzione per conservare le lenti a contatto nelle custodie di stoccaggio. Gettare tutta la soluzione dopo ogni utilizzo.
  • Non usare la soluzione per lenti a contatto oltre la data di scadenza indicata. Acquistare flaconi di piccole dimensioni, in quanto vengono svuotati più rapidamente e per questo presentano meno probabilità di essere contaminati rispetto alle grandi confezioni.
  • Non trasferire la soluzione per lenti a contatto in contenitori da viaggio di dimensioni più piccole. Questo può compromettere la sterilità del prodotto ed esporre al rischio di un’infezione oculare. Mantenere il flacone ben chiuso quando non lo si sta utilizzando.
  • Se non si utilizzano le lenti a contatto per un lungo periodo di tempo, consultare le istruzioni per determinare se è opportuna una disinfezione prima di indossarle. Alcuni esperti raccomandano che, se le lenti si utilizzano sporadicamente, è meglio considerare l’utilizzo delle “usa e getta” giornaliere.

MANTENERE LA SALUTE DEGLI OCCHI 

Mantenere gli occhi sani è importante quanto seguire esattamente le procedure per la corretta gestione delle lenti a contatto.

  • Seguire il programma consigliato dall’oculista. Sostituire le lenti a contatto come raccomandato e rispettare le date di scadenza. Inoltre, prima di iniziare il relativo trattamento, è buona regola chiedere al medico se è possibile assumere un qualsiasi farmaco o instillare un prodotto topico oculare (anche senza prescrizione). Alcuni di questi prodotti, , se utilizzati contemporaneamente alle lenti a contatto, possono irritare gli occhi e provocare reazioni tossiche.
  • Un altro modo per assicurare la salute degli occhi è sottoporsi regolarmente ad esami oculistici. Se si indossano le lenti a contatto, si dovrebbe consultare l’oculista almeno una volta l’anno, per assicurarsi che questi dispositivi continuino ad avere una precisa e appropriata validità. Queste regolari visite sono anche importanti per rafforzare o adattare la corretta manutenzione delle lenti a contatto. Infine, è buona abitudine avere a disposizione un paio di occhiali da vista con la prescrizione più recente nel caso si riscontrassero problemi con le lenti.
  • Non fumare. Gli studi dimostrano che i portatori di lenti a contatto che fumano hanno un più alto tasso di reazioni avverse rispetto ai non fumatori.
  • Rimuovere le lenti a contatto e consultare immediatamente un oculista se si presenta uno qualsiasi dei seguenti sintomi: dolore o arrossamento agli occhivisione offuscatasensibilità alla luce, sensazione di corpo estraneo nell’occhio o eccessiva lacrimazione. Se non trattate in modo rapido ed adeguato, le infezioni oculari ed altre complicanze associate all’uso delle lenti a contatto possono provocare danni permanenti o addirittura gravi perdite della vista.
  • Attenzione all’utilizzo delle lenti colorate decorative, come quelle vendute in negozi di costumi o su internet. Questi prodotti non correttivi sono spesso promossi come accessori moda e sono facilmente accessibili ai consumatori. Le lenti colorate decorative hanno il potenziale di danneggiare gli occhi in modo permanente. L’acquisto di lenti a contatto senza prescrizione può comportare gravi rischi per la vista o la salute degli occhi, tra cui congiuntivitereazioni allergiche, visione ridotta ed abrasione corneale, a causa dell’inadeguata misura o forma del dispositivo.

LENTI A CONTATTO E COSMETICI

  • Lavarsi le mani con sapone prima di rimuovere o applicare le lenti a contatto, evitando detergenti che contengono sostanze irritanti per gli occhi (come cera d’api o lanolina). Alcuni saponi con oli o profumi, creme per le mani e lozioni idratanti lasciano una patina, che si può trasferire alla superficie delle lenti e causare irritazione agli occhi o visione offuscata.
  • Non trascurare le unghie, mantenendole corte e lisce, per evitare di danneggiare le lenti o graffiare l’occhio.
  • Utilizzare spray per capelli, profumi e deodoranti in un’altra stanza, prima di applicare le lenti a contatto.
  • Applicare il trucco agli occhi solo dopo aver applicato le lenti a contatto e rimuoverle prima di struccarsi. Questo contribuisce a ridurre la probabilità che i batteri ed altre particelle possano essere trasferite sulla superficie del dispositivo. Per il viso, preferire una crema idratante oil-free ed un fondotinta liquido ipoallergenico, meglio se a base d’acqua. Evitare mascara con fibre sintetiche, che possono irritare gli occhi, o prodotti waterproof, che possono macchiare le lenti a contatto morbide. Alcuni cosmetici sono specificatamente progettati per i portatori di lenti a contatto, in quanto si rimuovono facilmente e non irritano gli occhi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: